Contributo per la rimozione e smaltimento dell’Eternit

E’’ risaputo ormai che l’’amianto è un minerale estremamente nocivo all’’uomo, che provoca tumori e malattie croniche all’’apparato respiratorio. Ciò nonostante, anche nel nostro comune, ci sono ancora edifici privati e/o pertinenze che hanno coperture in cemento amianto (Eternit). Il suo smaltimento richiede procedure particolari, perché, se danneggiato o ormai friabile, emana in abbondanza micro-fibre pericolose. Procedimento che risulta molto spesso costoso soprattutto per quei cittadini che si trovano in una situazione economica disagiata.

Su proposta dell’’assessore all’ambiente, Matteo Cavatton, la Giunta ha quindi approvato un bando a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento del cemento amianto con l’’intento di favorire soprattutto le situazioni in cui il disagio economico rende difficilmente sostenibile la rimozione e sostituzione delle coperture.

“Con questo bando abbiamo ritenuto privilegiare gli interventi di rimozione delle strutture presenti in fabbricati ed edifici ad uso residenziale e pertinenze con coperture in Eternit, perché, essendo collocate in ambiente esterno ed esposte alle intemperie, espongono al rischio derivante dal rilascio ed aerodispersione di fibre un maggior numero di persone, compresi bambini e giovani. E’’ preciso compito dell’’Amministrazione -– conclude l’’Assessore -– tutelare la salute pubblica incentivando tutte le azioni volte a favorire la bonifica dei manufatti in cemento amianto.”

Il contributo sarà erogato fino ad esaurimento fondi e riguarderà interventi di rimozione e smaltimento delle lastre di copertura in cemento-amianto (eternit) e interesserà solo ed esclusivamente gli edifici residenziali e le sue pertinenze (autorimesse, tettoie, porticati ecc.) strettamente connesse all’’edificio principale e legittimamente autorizzati ed accatastati. Sarà concesso in proporzione all’’Indicatore della Situazione Economia Equivalente (ISEE), riferito all’’anno 2014, del richiedente e della superficie della copertura in cemento-amianto da rimuovere e sostituire e verrà liquidato soltanto per i lavori eseguiti entro il 31/12/2015.

Il bando, per il quale è stata stanziata la somma di 50.000 euro, è pubblicato nel sito www.padovanet.it.

(s.s.)

AMIANTO 1AMIANTO 2AMIANTO 3

condividi
Facebook Twitter