MERCATO DELL’ANTIQUARIATO PER PROFESSIONISTI DEL SETTORE E HOBBISTI

Su proposta dell’Assessore al Commercio Eleonora Mosco, la Giunta ha approvato il nuovo regolamento del Mercato dell’antiquariato e dell’usato.

“Negli ultimi anni il mercato, che si svolge la terza domenica del mese in Prato della Valle ha subito un processo di dequalificazione, dovuto alla partecipazione di alcuni commercianti che vendono prodotti generici senza rispettare la specifica merceologia prevista – ha precisato Eleonora Mosco, Assessore al Commercio – questo fenomeno ha causato una perdita di attrattività del mercato stesso con la conseguenza che alcuni professionisti del settore hanno rinunciato alle autorizzazioni decennali. Questo nuovo regolamento consentirà di riportare il mercato di Padova al centro del comparto commerciale dell’antiquariato e diventare per la città uno strumento per attrarre anche cittadini residenti nell’intera Regione e i numerosi turisti”.

In particolare questo Regolamento, che dovrà essere approvato anche dal Consiglio comunale, prevede la riorganizzazione dell’area con individuazione di 120 posteggi per gli operatori economici e di 40 posteggi per gli hobbisti (10 in più rispetto a prima) che verranno tenuti separati in aree distinte. La dotazione di posteggi per i commercianti tiene conto delle autorizzazione/concessioni in essere (circa 70) e nel contempo garantisce ad altri operatori commerciali, che intendessero investire sul mercato di Padova, la possibilità di essere assegnatari di un posteggio.

Vengono inoltre individuate specifiche merceologie ammesse nel mercato per evitare, come in passato, la presenza di operatori non del settore e l’istituzione di una procedura di verifica merceologica tramite l’introduzione di un’apposita “commissione di controllo” per l’individuazione delle merci.

“Da settembre inoltre – conclude l’Assessore – l’antiquariato ritornerà anche nelle piazze del centro con manifestazioni dell’antiquariato che si terranno in Piazza delle Erbe, riservate al mobilio antico, nel Ghetto, riservate alle stampe e all’oggettistica di antiquariato e in via San Francesco al libro antico. Un modo per riportare i professionisti di questo settore nelle zone più vecchie e storiche della nostra città”.

Si tratta di manifestazioni che si terranno più volte nel corso dell’anno e che saranno collegate ad eventi culturali.

(s.s.)

 

condividi
Facebook Twitter