Smart City: Padova primo capoluogo in Italia per innovazione

“Secondo la classifica “iCity rate 2016″ Padova è la prima città non metropolitana, quinta in Italia dopo Milano, Bologna, Venezia e Firenze, per innovazione. Questa classifica non tiene contro dell’accordo raggiunto fra Comune ed Enel open fiber, che porterà l’azienda ad investire oltre 30 milioni di euro e a garantire la banda ultra larga in tutto il territorio comunale. A ciò si aggiungono i progetti, già in fase avanzata, collegati alla Padova Soft City e l’attività di digitalizzazione di tutti i processi amministrativi. Tale ultimo aspetto sarà essenziale per favorire le scelte amministrative più rilevanti ed avrà una sicura e positiva ricaduta sulla qualità della vita dei padovani e sull’indice di attrattività imprenditoriale di Padova –- dichiara Matteo Cavatton, assessore all’Ambiente, Cultura, Smart City e Innovazione – – Proprio nei giorni scorsi, peraltro, Padova è stata premiata a Roma come terzo comune, superiore ai 100.000 abitanti, ad aver centrato e, nel nostro caso, anche superato, l’obiettivo del 50% della differenziazione del rifiuto e del suo riutilizzo nel ciclo produttivo. Anche questo dato è destinato a migliorare, considerati gli interventi che, entro marzo 2017, porteranno la raccolta porta a porta ad altre 23.000 utenze, facendo sì che questo metodo venga utilizzato nella nostra città da un residente su due.”

condividi
Facebook Twitter