RETE FOGNARIA: AL VIA I CANTIERI ANTI-ALLAGAMENTO

Comune di Padova e AcegasApsAmga hanno pianificato gli interventi previsti per l’ammodernamento della rete fognaria di Padova. Duplice l’obiettivo: prevenzione e controllo del rischio allagamenti e adeguamento di reti e impianti al Piano di Tutela delle Acque della Regione Veneto.

“Continuiamo con i lavori per garantire la tranquillità dei cittadini, intervenendo sulla scorta anche di tutti gli approfondimenti che vengono effettuati dopo ogni emergenza proprio per adottare le soluzioni migliori – commenta l’assessore all’edilizia pubblica e alle acque fluviali – Si tratta di progetti attesi da molto tempo. Alcuni cantieri sono già operativi, altri di prossima partenza. Tutti gli interventi di adeguamento di reti e impianti – precisa l’assessore – rispettano le indicazioni del Piano di Tutela delle Acque della Regione Veneto e sono stati chiesti e autorizzati dal servizio ispettorati di porto regionale”.

Di seguito un sintetico elenco delle opere programmate:

Condotta fognaria di Porta Trento: verranno completati i lavori di riqualificazione dell’infrastruttura.

Nuova condotta fognaria via Ca’ Rinaldini: interventi di ampliamento della condotta attuale, con la posa di due tubazioni rettangolari in cemento armato.

Nuova condotta fognaria via Pizzolo: lavori di ampliamento, con posa di una condotta circolare in cemento armato.

Adeguamento impianto di sollevamento reflui fognari Isola di Torre: revamping dell’attuale impianto.

Adeguamento sfioratori rete fognaria mista di Padova nelle vie Locatelli e Santa Eufemia: lavori di sistemazione degli sfioratori esistenti per ridurre l’impatto ambientale sulle acque superficiali.

Adeguamento rete fognaria quartiere Portello: realizzazione di un nuovo scarico nel canale Piovego. “L’intervento rappresenta un primo stralcio delle opere fognarie che mirano all’adeguamento idraulico-fognario dell’intero bacino del Portello oggetto di uno studio idraulico risalente al 2009 – ha spiegato l’assessore – Le opere previste nel progetto preliminare già approvato, adeguano la rete fognaria nella zona del sotto bacino nordovest del quartiere e si possono suddividere in due lotti. Il primo prevede la realizzazione di un nuovo scarico nel canale Piovego, in prossimità dell’incrocio tra le vie Loredan e Vanzetti, mediante la posa di una condotta in ghisa. Lo scarico – prosegue l’assessore – sarà al servizio della nuova condotta che verrà posata nel secondo lotto del progetto, lungo via Vanzetti, a partire dall’incrocio con via Marzolo, e della nuova tubazione posata dopo la realizzazione della nuova piazza del Portello che confluisce nel canale Piovego. Viene anche previsto il rifacimento della condotta di fognatura mista lungo via Cazzato, tra via Santa Maria in Conio e via Marzolo, e la posa di una nuova condotta fognaria lungo via Morgagni, largo Meneghetti e via Jappelli, a partire dall’incrocio con la condotta di acque bianche di via Jappelli sino all’incrocio con la condotta di acque miste di via Marzolo. Complessivamente verranno posati circa 450 metri di nuove condotte completamente su suolo pubblico. Non andranno infatti a interessare alcuna proprietà privata. Per queste opere – conclude l’assessore – abbiamo chiesto e ottenuto dalla Regione l’autorizzazione alla cauta navigazione nel tratto di canale in corrispondenza del ponte di Porta Portello, per tutta la durata dei lavori, proprio per garantire il migliore trattamento all’alveo. Verranno scrupolosamente osservate anche tutte le prescrizioni dettate dalla Soprintendenza per la realizzazione dell’intervento”.

Il Consorzio di Bonifica Bacchiglione effettuerà anche due interventi, finanziati recentemente dalla Regione Veneto, per i quali il Comune di Padova si è speso fortemente per la loro realizzazione: la fornitura e l’installazione del gruppo elettrogeno all’impianto idrovoro di Voltabarozzo, progetto sostenuto con 900 mila euro, e interventi per la difesa idraulica dell’area di Fossa Bastioni finanziati per 250 mila euro.

(g.g.)

condividi
Facebook Twitter