A Padova il turismo vola

Si conferma il trend in aumento delle presenze turistiche sul territorio. I dati dei primi sei mesi 2016, confrontati con quelli dei primi sei mesi del 2015, già anno record, certificano una crescita percentuale di oltre il 15%. La Cappella degli Scrovegni ha avuto nel primo semestre di quest’anno 160797 ingressi, a fronte dei 139474 dello stesso periodo dell’anno scorso (+15,3%) e si conferma primo sito museale visitato in città, esclusi i santuari religiosi. Prosegue la performance positiva del Palazzo della Ragione che totalizza nel periodo gennaio-giugno 58690 visitatori, rispetto ai 51291 del 2015 (+14,4%): dato importantissimo è quello degli introiti da bigliettazione. Si passa dagli 83190 euro incassati nei primi sei mesi del 2015 ai 140618 di quest’anno (+69%). Il capolavoro di Giotto frutta, invece, 1140679 euro al posto dei 992803 del 2015.

“La sempre maggiore attrattività turistica della nostra città è dovuta alla valorizzazione del nostro patrimonio artistico e alla volontà di restituire alla fruibilità di tutti, cittadini e turisti, i nostri maggiori monumenti, rendendoli luoghi anche di rassegne culturali – dichiara l’assessore alla cultura Matteo Cavatton – Il Castello Festival ha già portato migliaia di visitatori a riscoprire un tesoro dimenticato di Padova, il Castello Carrarese, e maggior interesse è sicuramente determinato anche dalle grandi mostre inaugurate e programmate. Si pensi che la mostra Dinosauri – i giganti dell’Argentina, che si aprirà l’8 ottobre ha già venduto più di 3 mila biglietti e destato l’interesse di centinaia di scolaresche. Ringrazio il sindaco e l’amministrazione: questo successo è un successo di tutti coloro che stanno collaborando a rendere Padova più viva, più pulita e più sicura”.

 

condividi
Facebook Twitter