Sicurezza idraulica: al via i lavori per il bacino di espansione a Terranegra

Iniziano ad aprile, e dureranno indicativamente un paio di mesi, i lavori di realizzazione del bacino di espansione a supporto dello scolo superiore di Terranegra. Si tratta di un’’opera di pubblica utilità che contribuirà a diminuire il rischio di allagamento del quartiere. Il bacino è parte integrante e complementare alla futura costruzione dell’’impianto idrovoro che andrà realizzato a valle della chiusura del bacino idraulico del quartiere Forcellini e recapitante all’’interno del canale San Gregorio.

Ad annunciarlo, l’’assessore all’’edilizia pubblica Paolo Botton precisando che: “questa progettazione si inserisce nel quadro generale del riassetto idraulico del territorio padovano compreso tra il quartiere Forcellini, S.Osvaldo e Madonna Pellegrina ovvero tutta quell’’area cittadina interclusa tra i canali Piovego e Roncaiette a nord, il canale San Gregorio a est, il canale Scaricatore a sud e le vie Cavallotti, Costa, Bruno, Manzoni e Gattamelata a ovest.

Proprio in seguito a uno studio sullo stato di fatto dell’’assestamento idraulico e dei possibili scenari adatti a risolvere eventuali criticità -– aggiunge Botton – si è evidenziato la necessità di realizzare un nuovo punto di scarico che verrà posizionato a valle della chiusura del bacino idraulico del quartiere Forcellini, in prossimità dell’’esistente bacino di laminazione dello scolo superiore di Terranegra”.

Dal progetto, messo a punto dal settore Opere Infrastrutturali Manutenzioni e Arredo Urbano dell’Amministrazione comunale, si evince che l’’invaso per il deflusso delle acque, strategico nei casi di particolare emergenza idraulica, avrà capacità di circa 11 mila metri cubi e verrà ricavato da uno sbancamento di circa 80 centimetri di profondità su un’area di estensione pari a 14 mila metri quadrati. L’’intervento ha un importo complessivo di 600 mila euro.

(g.g.)

PLANIMETRIA STATO DI PROGETTO
PLANIMETRIA STATO DI PROGETTO
STATO DI FATTO DOPO GLI INTERVENTI IN PROGETTO
STATO DI FATTO DOPO GLI INTERVENTI IN PROGETTO

condividi
Facebook Twitter