SPONSORIZZAZIONI, IN UN ANNO INCREMENTO DELLE ENTRATE DEL 389,57%

L’attività di ricerca sponsor nell’anno 2015 ha portato all’acquisizione di € 185.753,30 con incremento percentuale del 389,57% rispetto alle entrate del 2014 (+ € 147.811,30). L’aumento delle entrate consegue all’approvazione di una nuova disciplina per l’accesso all’utilizzo di spazi pubblici per finalità commerciali e promozionali. Analogamente, anche l’utilizzo di sale e spazi comunali ha portato a un sostanziale incremento delle entrate (€ 139.645,30 con un aumento di € 57.227,20 rispetto al 2014). Gli spazi presso il Centro Culturale San Gaetano hanno fatto registrare un entrata di € 83.004,10 con un aumento di € 32.690 rispetto allo scorso anno. Questo, in sintesi, il report reso noto dal settore Gabinetto del Sindaco del Comune che si è anche accreditato sul sito ministeriale ART BONUS www.artbonus.gov.it per attivare ricerche di mercato al fine di individuare possibili partners disponibili a finanziare iniziative di pubblico interesse con corrispondente ritorno d’immagine.

“Grazie alle sponsorizzazioni finanziamo eventi di risonanza nazionale e internazionale – ha spiegato il sindaco Massimo Bitonci – e nella maggioranza dei casi, interventi per il recupero di beni monumentali di altissimo pregio per il restauro dei quali i fondi a bilancio non sono, purtroppo, sufficienti a causa anche delle ben note restrizioni alle dotazioni finanziarie degli Enti Locali. Le maggiori entrate derivanti da sponsorizzazioni verranno comunque destinate alle dotazioni tecniche e strumentali per migliorare il servizio agli utenti e per sostenere interventi di recupero del patrimonio culturale della città”.

Su ART BONUS sono al momento attive sei ricerche di mercato per l’acquisizione di donazioni per alcuni interventi tra i quali spiccano: il recupero delle Statue di Prato della Valle, il restauro della Tomba di Antenore, il restauro e la ricollocazione del Leone di San Marco presso il Bastione S. Croce, oltre ad altri interventi di importo più modesto. Prossimamente verrà inserito il progetto riguardante le Mura rinascimentali di Padova, per il primo stralcio di opere, per un valore complessivo di 6 milioni di euro.

Ma cos’è ART BONUS: con il D.L. 31.5.2014, n. 83 “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”, convertito con modificazioni in Legge n. 106 del 29/07/2014 e s.m.i., è stato introdotto un credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, il cosiddetto “Art bonus”, quale sostegno del mecenatismo a favore del patrimonio culturale.

Chi effettua erogazioni liberali in denaro mediante sistemi di pagamento che garantiscano la “tracciabilità” per il sostegno della cultura, come previsto dalla legge, può avvalersi di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta pari al 65% delle erogazioni liberali.

Un’apposita pagina sul sito istituzionale del Comune www.padovanet.it illustra queste opportunità e, previa sottoscrizione di liberatoria, indica anche i mecenati che hanno contribuito e contribuiscono al restauro di beni culturali cittadini.

condividi
Facebook Twitter