Raid vandalici a Mortise: nuove telecamere per presidiare il territorio

L’’installazione di nuove telecamere in alcuni punti nevralgici del Quartiere. E’ questa la risposta dell’’Amministrazione comunale ai raid vandalici che hanno colpito, nei giorni scorsi, la chiesa di via Madonna della Salute, a Mortise.

“Mi sono interessato fin da subito a quanto è accaduto a Mortise contattando immediatamente don Bruno, il parroco della chiesa presa di mira dai vandali – ha sottolineato l’assessore al pronto intervento cittadino Alain Luciani – Di concerto con il sindaco Massimo Bitonci e con l’assessore alla sicurezza Maurizio Saia abbiamo deciso di installare tre telecamere intelligenti in punti considerati nevralgici del Quartiere e precisamente nei pressi dell’’antica chiesa di Mortise e in prossimità delle rotatorie di fronte alle altre due parrocchie.

Le telecamere – prosegue Luciani -– rafforzeranno la sicurezza della zona e consentiranno di potenziare l’’attività di controllo, di prevenzione della violenza e della piccola delinquenza in collaborazione con le Forze dell’’Ordine che potranno così individuare i responsabili di ulteriori atti di teppismo.

Tengo a precisare che l’Amministrazione rimane comunque a disposizione dei cittadini per eventuali segnalazioni di altre aree del quartiere considerate a rischio e che potrebbero necessitare di maggiore sorveglianza. Il nostro obiettivo -– conclude Luciani – è cercare di prevenire, con i mezzi a disposizione, situazioni che creano insicurezza, degrado, o attacchi rivolti a beni della comunità che colpiscono tutti, cittadini e istituzioni”.

(g.g.)

condividi
Facebook Twitter