SCUOLA D’INFANZIA BREDA: AL VIA I LAVORI DI RESTAURO DELL’EDIFICIO

Inizieranno tra la fine dell’’inverno e la prossima primavera i lavori di restauro della scuola dell’’infanzia Angela Breda in piazza Barbato, a Ponte di Brenta e le famiglie riceveranno una lettera dal Comune, a firma congiunta degli assessori all’’edilizia e al sociale, dove verranno annunciati gli interventi individuati come prioritari e i tempi di esecuzione nel rispetto dello svolgimento dell’’attività scolastica.

Si tratta di un iter pianificato in questi giorni dopo l’’approvazione, da parte della giunta comunale, della proposta dell’’assessore all’’edilizia pubblica Paolo Botton che ha sottoposto all’’attenzione di sindaco e colleghi il progetto esecutivo redatto dal settore Edilizia Pubblica e Impianti Sportivi del Comune, relativo agli interventi di ristrutturazione dello storico edificio.

Il costo complessivo dell’’opera, 150 mila euro, verrà totalmente finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Spetterà invece all’’Amministrazione comunale farsi carico dell’’attività di appalto e di direzione lavori.

“Con questo programma di restauro reso possibile grazie a una convenzione in essere tra Comune e Fondazione CaRiPaRo, vogliamo rassicurare gli utenti che ci avevano chiesto di intervenire per garantire la fruibilità delle strutture -– precisa l’’assessore Botton – Si tratta, pertanto, di una risposta concreta alle famiglie dei bimbi e a tutti coloro che frequentano quotidianamente la scuola. Procederemo in particolare al restauro, alla messa in sicurezza e alla riqualificazione dell’’edificio più vecchio, quello in piazza Barbato che risale come epoca di costruzione a fine ottocento, in modo da renderlo più funzionale all’’accoglienza e allo svolgimento delle attività didattiche. Del fabbricato, disposto su tre piani -– prosegue Botton – attualmente è utilizzato solamente il primo piano dove sono presenti due aule e un solo blocco di servizi igienici. L’’intervento progettuale interessa sia il piano seminterrato che il piano rialzato e prevede il risanamento degli intonaci, il ricavo di due nuove aule, la sistemazione e l’’aumento dei bagni esistenti grazie a una diversa distribuzione degli spazi interni che consentirà di ricavare nuovi blocchi di servizi igienici per i bambini.

Oltre a questi interventi –- conclude l’’assessore -– verrà sistemato anche il giardino esterno per consentire ai bimbi l’accesso e il gioco in sicurezza e verranno effettuate opere di restauro conservativo per il risanamento e l’’adeguamento alla normativa vigente di tutti gli spazi della struttura”.

(g.g.)

condividi
Facebook Twitter